La nostra vita


“Si vedrà se davvero cerca Dio”
Regola di S. Benedetto

La ricerca di Dio è per San Benedetto l'elemento fondamentale di ogni vocazione monastica. Questo è precisamente ciò che è scritto nel capitolo 58 dedicato all'ammissione dei candidati.

Il nostro modo di vivere viene allora descritto da san Benedetto come quel desiderio di Dio. Tutto nel monastero, l'organizzazione giorno per giorno, i tempi di preghiera e di lavoro, i rapporti tra i fratelli, l'obbedienza al superiore, la nostra attività pastorale, il rapporto con il mondo esterno e molte altre dimensioni della nostra vita, arriva determinato da quel movimento fondamentale che ci conduce a Dio.

Forse la descrizione di una giornata monastica può servire a darci un'idea chiara di come il monaco di Monte Irago vive quella particolare ricerca di Dio nel qui e ora della nostra comunità.

Pastorale

Dopo un periodo di riposo, il monaco dedica il pomeriggio al lavoro. Se la mattinata si concentra su un maggior numero di lavori domestici, il pomeriggio nel monastero ha una dimensione più pastorale. Da allora molti dei pellegrini hanno già raggiunto Rabanal. La nostra presenza nei rifugi, il dialogo e l'ascolto dei pellegrini che vengono al monastero per parlare con i monaci e l'attenzione dei gruppi occupano gran parte di questo tempo. Insieme a questi compiti, dobbiamo anche menzionare il servizio che forniamo nel nostro piccolo negozio, ed ai compiti amministrativi.

Vespri

Alle 19:00 si svolge uno dei momenti più intensi della giornata con la celebrazione dell'Ufficio dei Vespri nella Chiesa. Molti pellegrini vengono a celebrare questa preghiera serale con noi, per rendere grazie a Dio mentre il giorno finisce. Come tutte le preghiere liturgiche, la recitazione dei salmi si alterna con qualche lettura. Monaci e pellegrini si uniscono di nuovo in preghiera davanti al Signore. Dopo i Vespri, viene offerta l'opportunità di celebrare il sacramento della confessione o di avere un momento per parlare personalmente con un monaco.